legend

The legend tells of Freya, the goddess of Love and Beauty and wife of Odino. The goddess cross the sky on her chariot pulled by two big black cats with big and long fur who were given to the goddess by Thor as a present. After serving Freya for 7 years, the cats were rewarded by being turned into witches..

OUR MAINE COONS BEWITCHED YOU EVERY DAY OF THEIR LIFE…

THEIR ENGAGING LOOK LOST YOU IN CHARM…

YOU AND YOUR MAINE COON WILL GET ON FOREVER….

cateyes
 

Si racconta infatti che Thor, mentre stava pescando sulle rive di un laghetto, fosse incuriosito dal canto dolce di una ninna-nanna proveniente da un cespuglio.

The legend tells also that Thor, while he was fishing on the banks of a
pond, was both intrigued and annoyed by the song of a lullaby from a
bush.


Avvicinatosi si accorse che a cantare era un grosso gatto, il quale tentava di ammansire una cucciolata di bellissimi micini che piangevano affamati.

He realized that who was singing was a cat, who tried to tame a
litter of beautiful kittens crying because of hungry.


Alla vista del dio, il gatto gli chiese se per caso sapeva dove trovare una femmina che li potesse allattare e allevare,Thor rispose che non era in grado di aiutarlo, nel mentre però venne rapito dalla bellezza dei cuccioli e in un attimo i suoi pensieri caddero su Freya.

When the cat saw the god he asked him if he knew where he could find a
female that they could feed and breed, but Thor said frankly that he
was not able to help, even if for a moment he had thought for a while to
Freya.

Il grosso gatto, che gli lesse il pensiero, si trasformò in un falco e volò via. Thor impietosito prese con sé i gattini e li regalò a Freya la quale ne ebbe cura accudendoli e crescendoli premurosamente...

At that moment, the cat suddenly – who could read his thoughts -
turned into a big hawk and flew away. Thor,moved to pity, picked up all
the hungry orphans kitten and gave them to Freya as a present. The
goddess took care and bring they up diligently and lovely ...

Si racconta di una collana forgiata dalle mani sapienti di quattro elfi oscuri e da loro donata a Freya, "Brisingamen"....emanava un tale bagliore che il primo arcobaleno apparve sulla terra, il fuoco prese vita, la luce dell'alba soffusa si alzò.....una goccia di magica bellezza di Svart Alfaheim era ora penetrata nella terra degli uomini...e di questo Freya si compiacque.

The legend tells also of a precious necklace “Brisingamen” which was
forged by the skully hands of four dark elves: they donated it to
Freya…The gem was so bright that the first rainbow appeared into earth,
fire came to life, breaking a suffused dawn…a drop of magical beauty of
Svart Alfaheim was now entered into men land….and Freya was proud of it."

 
sory
freya

 

La sua somiglianza con il gatto norvegese delle foreste lascia presupporre un antenato comune, originario dell’Europa e giunto in America con i mercantili. Il primo esemplare fu segnalato in America nel 1861, ma la razza fu riconosciuta ufficialmente solo nel 1976.

Il Maine Coon, lo dice il nome stesso, viene dal Maine, Stati Uniti nordorientali, al confine con il Canada. Essendo il luogo molto freddo, caratterizzato da inverni rigidissimi, il fisico di questo micione si è strutturato per sopravvivere alle condizioni climatiche più avverse.

Il pelo è lungo e folto, talmente folto da diventare praticamente impenetrabile; è lucido e impermeabile all’acqua. La sua coda è molto lunga lo avvolge completamente quando dorme.In inverno il pelo arriva a misurare anche sei-sette centimetri e si presenta più rigoglioso sotto il collo, sulla pancia e sulle zampe che sono grosse e larghe e funzionano come racchette da neve per proteggerlo quando cammina nella neve. Non si deve dimenticare infatti che le caratteristiche fisiche del Maine Coon sono tipiche di un animale selvatico e di un predatore formidabile. Per il suo aspetto e le sue dimensioni, il Maine Coon, che viene tutt’ora chiamato “gatto procione”, richiama subito alla mente un abitante delle grandi foreste scandinave.
Dal suo aspetto ci si aspetta una voce profonda, un miagolio cupo simile al ruggito, invece il maine Coon possiede una vocina flebile e acuta, come quella di un cucciolo e se ne serve in continuazione borbottando e commentando ogni suo movimento, soprattuto quando si trova in compagnia del padrone.


Il Maine Coon è uno dei gatti più loquaci, ama stare in compagnia e cerca in ogni modo di fare parte della vita della famiglia. Ha un carattere docile e giocoso, mai aggressivo, tanto che è considerato il micio più indicato per una casa piena di bambini.


Occuparsi della sua igiene è estremamente facile perché il suo mantello resta naturalmente liscio e ordinato, fargli un bel bagno, se abituato sino da cucciolo, non è un problema perché ama l’acqua, deve solo essere asciugato con scrupolo perché il mantello talmente folto può restare bagnato in profondità.

 

Torna indietro